Arrivano dall’Anas 320 mila euro per il Comune di Nicosia

Verranno utilizzati per valorizzare il patrimonio comunale

Le casse comunali di Nicosia saranno rimpinguate grazie al rimborso degli espropri per la costruzione della Nord-Sud effettuati dall’Anas. Si tratta di 320 mila euro che sono vincolati per la valorizzazione del patrimonio comunale.

Il ricalcolo di queste somme è stato effettuato dall’ufficio tecnico comunale ed il consiglio comunale il 2 ottobre ha approvato le variazione al bilancio per l’utilizzo entro il 31 dicembre di quest’anno.

Sono diversi i lavori che sono stati programmati dall’amministrazione comunale di Nicosia per l’utilizzo di queste somme. Tra i lavori più urgenti spicca la manutenzione e messa in sicurezza del campetto di calcio di Villadoro, per una spesa programmata di 80 mila euro.

Altri 80 mila euro verranno spesi per sistemare i locali dell’ex palazzo di giustizia, al primo piano verrà realizzato un polo culturale, verrà spostata la biblioteca comunale ed il prezioso “fondo antico”, attualmente poco fruibile negli attuali locali.

Altri lavori riguardano la manutenzione delle caldaie di diversi uffici e locali comunali, tra cui spiccano quelle dell’ex tribunale, del complesso sportivo Stefano La Motta e dei vigili del fuoco. Per questi lavori è stata preventivata una spesa di quasi 60 mila euro.

Un’altra voce di spesa di 30 mila euro riguarda la viabilità, le aiuole e le villette comunali, sono state individuate le zone di Santa Lucia, di via Umberto (Statua di San Felice), vicolo Pozzi Fiera e la villetta comunale Burrafato.

Diecimila euro verranno spesi per installare gli ascensori nelle scuole comunali ed altri 10 mila euro per l’installazione di telecamere per la video sorveglianza.

I restanti 50 mila euro verranno spesi per la costruzione di bagni e spogliatoi per disabili nel complesso sportivo Stefano La Motta. Quest’ultima spesa si è resa necessaria a causa delle prescrizioni previste dal Coni per la concessione del mutuo di 100 mila euro, erogato per la ristrutturazione della tensostruttura.

In consiglio comunale erano state proposti dalla minoranza, composta dai consiglieri Giacobbe, La Giglia e Lo Votrico, alcuni emendamenti alle proposte provenienti dall’amministrazione comunale. Queste variazioni riguardavano i lavori di costruzione di caditoie in via S. Anna e la costruzione di bagni pubblici presso l’ex educatorio, dove si svolge il mercato del sabato. La costruzione di un ingresso per i disabili nell’edificio comunale di via Bernardo Di Falco (10 mila euro), la ristrutturazione della scuola di Santa Maria Maggiore e la costruzione di un’uscita di sicurezza nella scuola rurale di San Giacomo (80 mila euro). Tutti gli emendamenti sono stati respinti dai consiglieri di maggioranza, ricevendo solo il voto favorevole dei tre consiglieri proponenti, si sono astenuti i consiglieri Spedale e Trovato.

Commenta l'articolo

css.php