Avviato il contenzioso nei confronti dell’Asd Città di Nicosia per il rilascio dell’impianto sportivo Stefano La Motta e il recupero dei crediti

Condividi l'articolo su:

Si aggira intorno ai 21 mila euro il credito che il Comune di Nicosia ha nei confronti dell’Asd Città di Nicosia, la società sportiva che dal 2013 gestisce gli impianti del complesso sportivo “Stefano la Motta”.

Per il recupero del credito composto da canoni e da utenze non pagate, la giunta comunale di Nicosia, con una delibera del 25 gennaio, ha affidato l’incarico all’avvocato Rosalia Zaffora. Si tratta in realtà di una parziale modifica di una precedente delibera di giunta che risale al 27 agosto 2018, con la quale si affidava l’incarico al medesimo avvocato per attivare l’azione legale contro l’Asd Città di Nicosia per il rilascio dell’impianto sportivo “Stefano La Motta” ed il recupero dei canoni locativi e le spese delle utenze.

Questa nuova delibera scaturisce da una nota di fine ottobre 2018 con la quale l’avvocato Zaffora rappresentava agli amministratori comunali che la questione non rientrava nell’ambito della disciplina locatizia bensì dell’inadempimento contrattuale e risarcimento del danno sia di tipo patrimoniale che non patrimoniale.

La convenzione per la gestione degli impianti sportivi dello Stefano La Motta era stata stipulata nel 2013 ed era scaduta il 13 gennaio 2017. A carico del gestore era previsto il pagamento di un canone annuo di 1.285 euro, la voltura delle utenze di luce, acqua e gas, il pagamento delle bollette consegnate al Comune e la manutenzione ordinaria degli impianti.

Durante la gestione si sono accumulati debiti da parte dell’Associazione per utenze di luce e gas, mentre la società ha provveduto alla voltura e al pagamento dell’acqua, inoltre tra i debiti risulta anche il mancato pagamento dei canoni per gli anni 2015 e 2016.

Nell’aprile 2017 l’ufficio sport del Comune aveva diffidato l’Associazione a pagare il debito accumulato per le bollette pari a 13.137,45 euro

Nell’ottobre 2017 l’Asd Città di Nicosia, Anna Beritelli, aveva chiesto la proroga della gestione dell’impianto sportivo fino alla conclusione della stagione sportiva 2017/2018 ed il risanamento dell’intera esposizione debitoria per un totale 23.984,59 euro. All’Asd Città di Nicosia venne riconosciuto una compensazione con il credito di 2.946,01 euro per lavori straordinari eseguiti per l’impianto sportivo, che ridusse il debito a 21.038,58 euro.

Nel mese di febbraio 2018 la giunta approvò una rateizzazione del debito con rate da pagare in 96 e 120 mesi e rinnovò la concessione degli impianti alla stessa società sportiva fino al 30 giugno 2018.

Da una relazione del 20 giugno 2018 integrata con note del 5 e del 16 luglio dello stesso anno, la dirigente del I settore richiedeva la nomina di un legale al fine di agire nei confronti dell’Associazione Sportiva dilettantistica “Città di Nicosia” per il rilascio dell’impianto sportivo “Stefano La Motta” ed il recupero del credito vantato dal Comune di Nicosia, segno che la società sportiva non aveva pagato alcun debito.

 


Condividi l'articolo su:

Commenta l'articolo