Distretto socio-sanitario di Nicosia, pubblicato il bando per la selezione di 16 figure professionali per attuare il piano d’intervento per il reddito di cittadinanza

Condividi l'articolo su:

Il Distretto socio-sanitario D23 di Nicosia, composto anche dai Comuni di Capizzi, Cerami, Gagliano, Sperlinga e Troina, è stato ammesso al finanziamento per il Programma Operativo Nazionale (PON) Inclusione Avviso 3/2016 – Fondo Sociale Europeo 2014-2020, ed ha pubblicato un bando di selezione per l’affidamento di 16 incarichi esterni a professionisti per lo svolgimento di attività connesse alla realizzazione del Piano d’intervento per l’attuazione del reddito di cittadinanza.

Le figure professionali ricercate riguardano la costituzione di un’equipe multidisciplinare composta da sette assistenti sociali, due educatori professionali ed uno psicologo. Un supporto amministrativo composto da un esperto in rendicontazione di progetti finanziati con fondi europei e due addetti al monitoraggio di progetti finanziati con fondi europei. Altri Tre educatori professionali opereranno per il servizio educativa domiciliare.

Le attività si svolgeranno in un ambiente organizzativo complesso caratterizzato da situazioni di elevato disagio sociale, sia di gruppi (soprattutto famiglie con minori) sia di singoli, con la necessità di gestire, in una società in rapida trasformazione, la comunicazione e l’informazione relative all’inclusione sociale dei cittadini. I candidati saranno chiamati a svolgere attività caratterizzate da interdisciplinarietà, interdipendenza teorico-pratica e collegamento con diversi enti e istituzioni pubbliche e private (Centro per l’impiego, ASP, USR A.T. Nicosia, Organizzazioni Imprenditoriali, Organizzazioni del Terzo Settore, ecc.) e sarà pertanto richiesta la capacità di usare criticamente gli strumenti scientifici e metodologici indispensabili per affrontare situazioni problematiche, anche di elevata complessità.

Gli incaricati, assistente sociale, educatore professionale e psicologo, nell’ambito del proprio profilo e delle proprie competenze, sarà chiamato a gestire un numero molto elevato di progetti individualizzati di presa in carico di beneficiari del reddito di cittadinanza e potrà svolgere il ruolo di case manager nell’ambito dell’equipe multidisciplinare. Si ipotizza che il numero complessivo di beneficiari nei 6 Comuni del Distretto Socio-Sanitario potrebbe superare le 1000 unità.

Per quanto riguarda le figure di esperto di responsabile della rendicontazione e addetti al monitoraggio gli incaricati saranno chiamati a svolgere tutte le attività connesse al processo di monitoraggio procedurale, fisico e finanziario necessarie a evidenziare lo stato di avanzamento del piano d’intervento distrettuale e alla rendicontazione delle spese sostenute. A tal fine gli esperti dovranno svolgere, a diversi livelli, attività di coordinamento e raccordo con altri settori dei Comuni.

I soggetti interessati dovranno far pervenire, entro le ore 13 del 10 febbraio 2020, apposita domanda in carta libera, utilizzando esclusivamente il modello allegato all’avviso ed indirizzata al Protocollo Generale del Comune di Nicosia, piazza Garibaldi 29.

La procedura selettiva, per soli titoli, è affidata a una commissione esaminatrice che sarà nominata in data successiva alla scadenza dell’avviso. A seguito dell’esame di tutta la documentazione presentata dai candidati, la commissione procederà alla formazione, per ciascun profilo professionale, della graduatoria di merito che sarà redatta in base alla somma dei punti ottenuti dalla valutazione dei titoli di studio e dell’esperienza. Tutti i candidati risultati idonei saranno inseriti in una graduatoria di esperti che avrà durata biennale. Gli incarichi avranno decorrenza dalla data effettiva di esecutività del provvedimento di conferimento degli incarichi e termineranno il 31dicembre 2020. Gli incarichi potrebbero essere prorogati in caso di eventuale rimodulazione del Piano di intervento del Distretto Socio-Sanitario 23 o in caso di eventuale prolungamento del periodo di attuazione del Piano autorizzati dall’autorità di gestione del PON inclusione 2014/2020.

Il compenso annuo omnicomprensivo (inclusivo di IVA e cassa previdenziale) spettante per l’attività svolta, è di 36 mila euro l’anno per ciascuna figura professionale.


Condividi l'articolo su:

Commenta l'articolo