Distretto socio-sanitario di Nicosia, pubblicato l’avviso per la presentazione delle domande di accesso al servizio di assistenza domiciliare

Condividi l'articolo su:

L’assessore ai Servizi sociali del Comune di Nicosia, Pino Castello, ha comunicato la pubblicazione dell’avviso per la presentazione delle domande di accesso al servizio di assistenza domiciliare a favore di soggetti non autosufficienti (anziani, adulti, minori) del Distretto Socio-sanitario D23 di Nicosia.

Si tratta di un sistema di interventi e prestazioni di natura socio-assistenziale da erogarsi presso il domicilio del soggetto che si trovi in condizioni di temporanea o permanente necessità, al fine di soddisfare i bisogni essenziali o comunque legati alla ridotta capacità funzionale. Obiettivo del servizio è consentire la permanenza del soggetto presso la propria abitazione mantenendolo nel suo ambiente di vita e nel proprio contesto socio-familiare d’appartenenza.

I destinatari del servizio sono soggetti in condizione di non autosufficienza anche di natura temporanea, residenti nel Distretto D23, e precisamente anziani ultrasessantacinquenni in stato di parziale o totale non autosufficienza che siano impossibilitati a svolgere in modo autonomo le funzioni quotidiane fondamentali, a causa dell’età, delle condizioni di salute, di limitazioni psicofisiche, opportunamente documentate. Disabili, minori o adulti. Soggetti con temporanea inabilità privi di rete familiare;

L’azione progettuale è destinata a 29 beneficiari residenti nei Comuni del Distretto D23, così distribuiti: 11 a Nicosia, 8 a Troina, 4 a Gagliano, 3 a Capizzi, 2 a Cerami e uno a Sperlinga.

Il servizio ha durata annuale e sarà erogato per circa quattro ore settimanali/utente, sotto forma di voucher spendibili presso enti e organismi accreditati con il Distretto 23

Gli interessati dovranno presentare istanza al proprio comune di residenza, su appositi moduli, forniti dagli uffici Servizi sociali dei Comuni del Distretto o scaricabili dai siti web degli stessi.

Le istanze potranno pervenire anche dal Pua (punto unico di accesso), già istituito presso il Pta (presidio territoriale di assistenza) del Distretto sanitario di Nicosia.

La domanda deve essere corredata da dichiarazione attestante: composizione del nucleo familiare; disponibilità di una rete parentale a prestare assistenza; attestazione ISEE; certificazione medica attestante lo stato di non autosufficienza o lo stato di invalidità (verbale di commissione medica o verbale legge 104/92); copia del documento di identità del soggetto richiedente e del beneficiario.

 


Condividi l'articolo su:

Commenta l'articolo