Due docenti dalla Francia per conoscere un metodo d’apprendimento adottato dalla scuola materna del primo circolo di Nicosia – VIDEO

Un progetto innovativo d’apprendimento, “Block Matic”, è stato messo a punto dal primo circolo didattico “Carmine”, a partire dall’anno scolastico 2013-14, per i bambini della scuola materna. La dottoressa Concetta Amata, laureata in psicologia, coordinatrice del progetto, coadiuvata dalla professoressa Concetta Pirrone, ricercatrice di psicologia presso l’Università di Catania nel Dipartimento di Scienze della Formazione, insieme a tutte le docenti della scuola materna del primo circolo di Nicosia, hanno affinato con gli anni una metodologia di apprendimento della matematica basata sull’uso dei celebri mattoncini Lego, usati dai bambini di tutto il mondo.

I risultati di questo progetto sono stati oggetto di un convegno internazionale a Parigi nel 2015 e da ultimo anche il celebre professore Giacomo Rizzolati, neuroscienziato presso l’Università di Padova, scopritore dei neuroni a specchio, ha citato il progetto ed il metodo in suo articolo scientifico.

Da ultimo anche la Francia con il “Campus des metiers et des qualifications” di Bourgogne-Franche-Comtè si è interessato al progetto approntato a Nicosia ed ha inviato due docenti per capirne il funzionamento e la metodologia adottata.

La visita è iniziata nella mattina del 18 febbraio, le due docenti, tra cui la direttrice del campus, la professoressa Anne Marie Didier, sono state accolte dalla direttrice didattica del primo circolo, Maria Giacoma Mancuso Fuoco, insieme alle docenti della scuola materna, la coordinatrice del progetto Concetta Amata e la ricercatrice universitaria, Concetta Pirrone.

Le docenti francesi hanno potuto vedere direttamente come i piccoli alunni della scuola materna sono coinvolti in un gioco didattico, con l’ausilio dei mattoncini Lego, i bambini imparano le grandezze matematiche, le forme geometriche, imparano a contare a confrontarsi, il tutto giocando e rendendo il lavoro didattico leggero e spensierato.

 

 

 

Commenta l'articolo

css.php