Gestione rifiuti a Nicosia, la Multiecoplast rinnova l’impegno e promette lo sblocco dei pagamenti per i lavoratori

Condividi l'articolo su:

Ancora una volta la Multiecoplast ha promesso con un impegno formale di pagare entro metà aprile tutte le quattro mensilità maturate, ai 15 lavoratori che dal mese di dicembre sono in stato d’agitazione e senza stipendi.

Venerdì si è tenuto un incontro tra il sindaco di Nicosia, i lavoratori e la ditta Multiecoplast. Il legale della ditta, che in città si occupa del servizio di igiene urbana, avrebbe sbloccato il pignoramento del conto su cui confluivano i pagamenti del Comune di Nicosia.

La Multiecoplast si è impegnata a pagare due mensilità entro il 21 marzo, una terza entro il 31 marzo ed entro metà aprile completerà il pagamento delle quattro mensilità arretrate. Poi si è impegnata anche a pagare regolarmente gli stipendi entro le scadenze previste. Anche il Comune di Nicosia si è impegnato a versare alla Multiecoplast i pagamenti dovuti con continuità e puntualità.

Rinnovato l’impegno da parte della Multiecoplast, ma già nel mese di dicembre e poi a gennaio la stessa ditta aveva fatto promesse poi non mantenute, tanto che i lavoratori ad inizio febbraio avevano occupato pacificamente la stanza del sindaco ottenendo grazie alla procedura attivata dalla giunta Bonelli, il pagamento di due mensilità arretrate in base all’articolo 30 del codice degli appalti. Poi avevano proclamato insieme alla Uil-Fpl una giornata di sciopero, ritirato a causa di alcuni problemi burocratici con la commissione nazionale.

Fondamentale sarà la data del 31 marzo, una verifica dell’attuazione degli impegni di pagamento previsti durante una delle riunioni in Prefettura, nelle quali la Multiecoplast aveva promesso di regolarizzare i pagamenti ai lavoratori.

Per la Uil-Fpl ed i lavoratori permane lo stato d’agitazione ed anche la procedura per la proclamazione dello sciopero rimane in piedi, in attesa che in questo caso la Multiecoplast dia seguito ai pagamenti promessi nella riunione di venerdì 15 marzo.

 


Condividi l'articolo su:

Commenta l'articolo

css.php