Il 21 ottobre si celebrano i 25 anni dell’Avis di Nicosia

Era il 1992 quando per iniziativa dell’insegnante Rita Mastroeni, con l’aiuto del centro trasfusionale del presidio ospedaliero “Carlo Basilotta”, nacque la sezione comunale dell’Avis di Nicosia.

Negli anni la raccolta sangue è cresciuta costantemente, da oltre un centinaio di donatori si è passati ai circa 500 attuali e le sacche di sangue ogni anno aumentano, dalle 200 degli anni ’90, alle 800 attuali.

Il 21 ottobre 2011 fu inaugurata la nuova sede dell’Avis, in via del Mercato 8 e sarà proprio da questo luogo che inizierà la giornata che celebrerà questi 25 anni.

A partire dalle 7,30 verrà avviata la raccolta sangue e alle 11,30 le cerimonie d’intitolazione della sala medica al dottor Vincenzo Spedale e la sala conferenza alla fondatrice Rita Mastroeni.

La giornata celebrativa proseguirà alle 17 presso il cine-teatro Cannata con un convegno sui 25 anni dell’Avis a Nicosia. I lavori saranno coordinati dal dottor Luigi Renato Valenti, attualmente direttore dell’Unità Operativa Complessa Medicina e Chirurgia d’Accettazione e Urgenza dell’Azienda Sanitaria Provinciale di Enna, relazionerà il presidente dell’Avis di Nicosia, Paolo Gurgone.

Presenti al convegno il sindaco di Nicosia, Luigi Bonelli, il presidente del Centro di Servizio per il Volontariato Etneo, Salvatore Raffa, il presidente dell’Avis provinciale, Fabio Pedone, il presidente della Federazione Volontariato Siciliano, Santo Carnazzo, il consigliere nazionale Avis, Domenico Alfonzo, il presidente dell’Avis regionale, Salvatore Mandarà e il responsabile dei centri trasfusionali dell’Asp di Enna, Francesco Spedale.

A fine lavori del convegno, l’ingegnere Pietro Ciotola, della Enjinia di Napoli, presenterà un’App pensata e realizzata per l’Avis di Nicosia.

Commenta l'articolo

css.php