Il 24 aprile verrà presentato il “Dizionario del Dialetto Galloitalico di Nicosia”

Condividi l'articolo su:

Un’opera attesa da tanti anni e che finalmente vede la luce, presentata giovedì 24 aprile alle 18. Si tratta del “Dizionario del Dialetto Galloitalico di Nicosia – dal vocabolario inedito di Carmelo La Giglia con aggiunte tratte da altre opere e integrazioni dell’autore“, scritto dal professore Nicolò Messina. Per gli amanti dell’arte l’evento inizierà dalle ore 17, presso l’androne del palazzo comunale sarà possibile ammirare la mostra d’arte “Fra il segno e il ricordo”.

Questo evento ha ricevuto il patrocinio del Comune di Nicosia e del Rotary Club di Nicosia, da sottolineare il contributo fondamentale per l’organizzazione anche dell’Ecomuseo Petra D’Asgotto.

Il Dizionario del dialetto Galloitalico di Nicosia nasce come tesi di laurea in Glottologia del professore Nicolò Messina (1931-2010). Il professore ha svolto la professione di insegnate elementare fino al 1968, anno in cui si è laureato in Lettere presso l’Università di Catania. Ha ricoperto l’incarico di docente di Lettere per oltre quarant’anni presso l’Istituto tecnico commerciale di Nicosia. Tra le sue passioni quella politica, entrato nella Dc agli inizi degli anni 70, è stato nominato per ben due volte segretario del partito a Nicosia e tra gli anni 70 e 80 ha ricoperto diverse cariche politiche, tra cui quelle di assessore ed è stato sindaco di Nicosia dal 1980 al 1983. Un’altra grande passione è legata al dialetto galloitalico, tra le pubblicazioni dell’autore ricordiamo la raccolta di poesie dialettali “Nicosianeggiando. Epigrammi ed altri componimenti nel dialetto galloitalico di Nicosia”.

L’autore di questo dizionario è partito dal tentativo del poeta Carmelo La Giglia (1862-1922) di realizzare un vocabolario nicosiano, ordinando i manoscritti del La Giglia stesso, arricchendoli con le voci ricavate attraverso lo spoglio delle altre sue opere stampate e manoscritte e apportando numerose integrazioni.

Miniera inesauribile di termini antichi e spesso ormai desueti, come quelli legati al mondo agreste, questo dizionario nicosiano –  afferma il figlio Giancarlo Messina – è dedicato a tutti coloro che amano con orgoglio questo particolarissimo dialetto e la cultura che lo sottende, ma anche a chi vorrà continuare questo primo importante passo verso la valorizzazione e la conservazione delle nostre radici più profonde”.

Ricca la serata di presentazione del libro. Dopo i saluti istituzionali del sindaco di Nicosia, Luigi Bonelli e del presidente del Rotary Club di Nicosia, Antonio Curcio, introdurrà i diversi interventi la dottoressa Lidia Messina, figlia dell’autore. La presentazione dell’autore sarà curata dal professore Antonello Catania e l’opera sarà presentata dal professore Giancarlo Messina, figlio dell’autore. Tra gli interventi da segnalare quelli del dottore Giovanni D’Urso, dell’Ecomuseo Petra D’Asgotto e della professoressa Lucia Giunta, dirigente scolastico dell’Istituto superiore Majorana di Piazza Armerina, che in qualità di membro del club Unesco della Città dei Mosaici è stata promotrice in chiave turistica per creare una rete con gli altri Comuni ennesi in cui si parla il galloitalico, tentando anche il riconoscimento della lingua come bene immateriale.

La serata sarà arricchita dalla lettura degli aforismi di Nicolò Messina dalla sua opera “Nicosianeggiando”, a cura dell’Ecomuseo Petra D’Asgotto e della compagnia teatrale Nicosatireggiando.

 


Condividi l'articolo su:

Commenta l'articolo

css.php