Nicosia, approvate le variazioni al bilancio di previsione e garantiti i servizi di refezione e trasporto alunni

Condividi l'articolo su:

Un mese fa il consiglio comunale di Nicosia approvò il bilancio di previsione per il triennio 2019-2021, per garantire la funzionalità di alcuni servizi è stato necessario approvare alcune variazioni che garantiscono la copertura l’avvio e la continuità di questi servizi.

Le variazioni riguardano gli esercizi 2019-2020 del bilancio di previsione con variazioni in entrata e nella spesa. Tra le più rilevanti si segnalano l’aumento del capitolo di spesa per i gettoni dei consiglieri comunali da 20 mila euro a 52.500 euro nel 2019 e da 20 mila euro a 40 mila euro nel 2020. L’aumento del capitolo di spesa per le indennità del sindaco e degli assessori a causa della nomina del quinto assessore, portata da 95.100 a 105.100. L’aumento del capitolo di spesa per la refezione scolastica, portata da 100 mila euro a 145 mila euro nel 2019 e da 100 mila euro a 125 mila euro nel 2020, in questo modo, con l’affidamento diretto del servizio, si garantisce l’apertura delle mense scolastiche dal primo ottobre fino alla fine dell’anno scolastico 2019-2020. Un’altra variazione riguarda l’incremento del capitolo del trasporto scolastico, portato da 95 mila euro a 145 mila euro, poiché una tratta, a causa della malattia di uno degli autisti comunali, è rimasta scoperta occorre affidare il servizio ad una ditta esterna per garantire la copertura totale del trasporto.

I risparmi di spesa provengono per la maggior parte dall’illuminazione pubblica con quasi 65 mila euro nel 2019 e quasi 30 mila euro nel 2020. Inoltre, previsto un aumento delle entrate dalla refezione scolastica da circa 63 mila euro ad oltre 91 mila euro per il 2019 e 79 mila euro per il 2020.

Sui 13 consiglieri presenti in aula per la votazione, hanno votato favorevolmente alle variazioni proposte in 10: Consentino, Castrogiovanni, Vega, Balsamello, Bonelli, D’Amico, Scinardi, Mancuso Fuoco, La Giglia e Lo Votrico, i consiglieri Spedale e Scavuzzo si sono astenuti, contrario il consigliere Giacobbe, critico da sempre con gli affidamenti diretti senza gara alle ditte.

L’unico consigliere comunale a presentare degli emendamenti e l’unico che ormai rappresenta una vera opposizione in consiglio comunale è Filippo Giacobbe. Il capo gruppo di Forza Italia ha chiesto di destinare 50 mila euro per realizzare dei pannelli fotovoltaici nel Cimitero di Nicosia, somme da prelevare dal risparmio di spesa di quasi 70 mila euro dell’illuminazione pubblica. Ed i restanti 14.970,74 euro da destinare alle famiglie indigenti per l’acquisto di libri scolastici. Un altro emendamento era stato previsto per aumentare la dotazione del capitolo di pesa sul trasporto, somme risparmiate dai gettoni di presenza dei consiglieri comunali.

Gli emendamenti proposti dal consigliere Giacobbe sono stati bocciati dagli otto consiglieri di maggioranza, si sono astenuti i due consiglieri della Lega, La Giglia e Lo Votrico, favorevoli Giacobbe, Spedale e Scavuzzo.

 


Condividi l'articolo su:

Commenta l'articolo