Nicosia, furto alla farmacia dell’ospedale Basilotta

Condividi l'articolo su:

Stretto riserbo da parte degli inquirenti per il furto denunciato lunedì mattina alla farmacia dell’ospedale Basilotta. Da una prima ricostruzione dei fatti i ladri avrebbero agito nella notte tra domenica e lunedì e tramite effrazione sarebbero penetrati all’interno dei locali della farmacia prelevando medicinali per un importo che sia aggira tra i 70 e gli 80 mila euro.

Sul fatto stanno indagando gli uomini del Commissariato di polizia di Nicosia e della Squadra mobile di Enna, ma ad oggi non è stata rilasciata dagli organi inquirenti alcuna dichiarazione ufficiale.

La farmacia ospedaliera non si trova nel plesso principale del Basilotta, ma in un immobile dove sono ospitati anche il Sert ed il Centro di igiene mentale.

Il personale in servizio presso la farmacia sta procedendo in questi giorni ad inventariare il materiale mancante e a quanto pare i ladri avrebbero asportato i farmaci più costosi e facilmente vendibili al mercato nero. Si tratta di sostanze con effetto dopante, psicofarmaci e medicinali salvavita.

Non è il primo caso di furto che coinvolge il nosocomio di Nicosia, il 30 settembre 2015 fu scardinato il bancomat ed abbandonato successivamente dai lari davanti all’ospedale.

 


Condividi l'articolo su:

Commenta l'articolo