Nicosia, il Comune gestirà direttamente gli impianti sportivi dello Stefano La Motta

Condividi l'articolo su:

Una svolta nella gestione degli impianti sportivi cittadini ed in particolar modo quelli dello Stefano La Motta giunge con la delibera di giunta del 20 marzo, attraverso la quale l’amministrazione comunale di Nicosia ha deciso di gestire direttamente gli impianti sportivi ed ha stabilito le tariffe per il loro utilizzo.

Termina quindi la gestione affidata a terzi che in tutti questi anni non ha prodotto i risultati sperati ha creato malcontenti, debiti e contenziosi ancora in atto.

L’ultimo concessionario dal 2014, l’Asd La Vigneta diventato poi Asd Città di Nicosia, aveva ottenuto la gestione degli impianti dietro il pagamento delle utenze e di un canone annuo di 1.285 euro. L’impianto sportivo è stato gestito dalla società fino alla stagione in corso, anche se la scadenza era stata prorogata fino al 30 giugno 2018. Durante questa gestione è nato un contezioso con il Comune di Nicosia a causa di un debito che si è protratto nel tempo e per il quale la società aveva raggiunto nel mese di gennaio del 2018 un accordo per rateizzarlo in 120 rate.

Nella stessa delibera il Comune stabilisce le tariffe per l’uso degli impianti. Le spese di apertura, chiusura, sorveglianza, pulizia, acqua e piccole manutenzioni sono direttamente a carico degli utilizzatori; ogni utilizzatore è responsabile in caso di danni a persone che frequentano l’impianto durante le ore di concessione, che in quello di eventuali danni all’immobile o alle attrezzature. Sono esenti dal pagamento della tariffa d’uso le iniziative promosse dalle Scuole.

Le tariffe dovranno essere pagate entro il 15 di ogni mese a garanzia del corretto pagamento e dell’utilizzo degli impianti e della loro rimessa in ripristino nel caso di danni, gli utilizzatori devono versare preventivamente una cauzione di 200 euro per far fronte a eventuali danni alle strutture; in caso di ritardo nel pagamento di una mensilità verrà incamerata la cauzione, nei limiti di quanto dovuto, con obbligo di reintegro immediato pena la revoca dell’autorizzazione. Si procederà alla revoca dell’autorizzazione anche nel caso di mancato pagamento di due mensilità consecutive.

Il Comune di Nicosia ha preventivato per il 2019 una spesa per le utenze di luce e gas di 6.600 euro (4.300 euro per la luce e 2.300 euro per il gas) ed è intenzionato a coprire questa cifra per l’80%. In base a queste cifre e tenendo conto anche del regolamento per la gestione degli impianti sportivi, la giunta ha stabilito di far pagare alle società sportive 6 euro l’ora per la palestra comunale, 7 euro l’ora per il campo sportivo che diventano 18 euro per l’uso notturno dell’impianto di illuminazione. Per la tensostruttura ha stabilito 7 euro l’ora, 13 euro l’ora per il riscaldamento che diventano 18 euro in caso il riscaldamento venga attivato un’ora prima dell’inizio dell’attività sportiva.

 


Condividi l'articolo su:

Commenta l'articolo

css.php