Nicosia, in dirittura d’arrivo i lavori della tensostruttura dello Stefano La Motta

Condividi l'articolo su:

Con il montaggio della nuova pavimentazione della tensostruttura dello Stefano La Motta sono quasi conclusi i lavori di ristrutturazione di una delle strutture sportive più importanti di Nicosia.

I lavori di manutenzione erano iniziati il 4 dicembre 2018 con la sostituzione della copertura dell’impianto, questo particolare e complesso lavoro era stato completato in due giorni.

Questa struttura sportiva viene utilizzata da tutte le società sportive nicosiane, sia per gli allenamenti che per le attività agonistiche. Il Città di Nicosia per le attività di calcio a 5, maschile e femminile e per il basket. I Diavoli Rossi Nicosia e la Naf Club per la pallavolo.

Soddisfatto per il lavoro svolto il consigliere comunale Dario Scinardi che in questi anni a seguito tutto l’iter burocratico compreso i lavori: “Un grande lavoro di squadra lo definirei. Proprio per questo ringrazio tutta l’amministrazione comunale per la piena fiducia nel seguire tutto il progetto, l’ufficio tecnico comunale per l’ottimo lavoro progettuale, l’ufficio di ragioneria per la cura della parte burocratico-contabile e le imprese che egregiamente hanno svolto i lavori di sostituzione di telo di copertura e pavimentazione. Continuiamo a lavorare per la città. So con certezza che il prossimo obbiettivo del sindaco e dell’amministrazione adesso diventa la ristrutturazione del terreno di gioco con manto in erba sintetica. Un nuovo campo permetterà alla città di avere una struttura pubblica degna del nostro nome e peso sportivo. L’augurio più grande va a tutti gli atleti che la useranno e che, spero, la tuteleranno negli anni a venire”.

Dopo quattro anni tra burocrazie e lavori si è giunti in dirittura d’arrivo. Nel 2015 il Comune di Nicosia partecipò al bando nazionale “500 impianti sportivi di base” emesso dall’Istituto del Credito Sportivo che prevedeva l’erogazione di un mutuo massimo di 150 mila euro al tasso di interesse zero per una durata di 15 anni per gli enti locali.

Nel luglio del 2015 fu redatto dall’ufficio tecnico comunale un progetto preliminare il cui costo ammontava a 100 mila euro ed ebbe una prima approvazione della giunta. Il Credito Sportivo ammise favorevolmente il progetto concedendo il mutuo per la durata di 15 anni, pagabili annualmente con due rate semestrali.

Il progetto nel febbraio 2016 riportò il parere favorevole del CONI e successivamente, dopo che fu redattala progettazione esecutiva nell’aprile del 2014, a maggio dello stesso anno ottenne i pareri favorevoli dell’ASP di Enna e della Soprintendenza ai Beni Culturali. A novembre 2015 il Credito Sportivo garantì la copertura finanziaria del progetto.

Nel luglio 2018 la gara per i lavori è stata assegnata alla ditta Gmp s.r.l.s Unipersonale, di Venafro, in provincia di Isernia, con il ribasso del 33,87 %, sull’importo a base d’asta di  80.193,40 euro, quindi per un importo complessivo di 53.258,10 euro

Tra le prescrizioni del Coni, per la concessione del mutuo, era necessaria la costruzione di spogliatoi e bagni per disabili, il 24 marzo 2018 l’ufficio tecnico comunale ha redatto un progetto esecutivo per realizzare queste opere per un importo complessivo di 50 mila euro. I fondi provengono dai rimborsi degli espropri dell’Anas per la costruzione della Nord-Sud, si tratta di 320 mila euro che sono stati vincolati per la valorizzazione del patrimonio comunale.

Per le società sportive ancora qualche giorno di pazienza per poter usufruire nuovamente della struttura, occorre infatti il collaudo e l’omologazione degli impianti.

 


Condividi l'articolo su:

Commenta l'articolo