Nicosia, inaugurata domenica 30 giugno la sede del Moto Club Nicosia Enduro

Condividi l'articolo su:

La sera di domenica 30 giugno è stata inaugurata in via Fratelli Testa 54 la sede dell’Associazione Moto Club Nicosia Enduro. Grande partecipazione per tutti gli appassionati di motori e per questa particolare categoria sportiva.

Presenti alla cerimonia di inaugurazione il sindaco Luigi Bonelli e l’assessore Nando Zappia, il locale è stato benedetto da padre Santino Paternò. Numerosa anche la presenza delle tante associazioni nicosiane che si spendono per il territorio nicosiano e che hanno voluto celebrare insieme al nuovo direttivo del Moto Club Enduro Nicosia questa nuova apertura.

Il direttivo del Moto Club Nicosia Enduro è composto dal presidente Luigi Imbarrato, dal vice presidente Andrea Battaglia, Michele Fiscella, Dario Fascetta, Salvatore Imbarrato e Marco Cirino.

Lo scopo del Moto Club Nicosia Enduro è quello di promuovere la nostra attività sportiva – afferma il presidente Luigi Imbarrato – dando un contributo alla nostra città, promuovendo eventi che coinvolgano sia gli sportivi appassionati che ci conoscono ed anche i nuovi che vogliono avvicinarsi a questo sport. Non a caso abbiamo scelto questa sede posta nel centro storico di Nicosia, che senz’altro ci darà visibilità ed un’identità ben precisa e diventerà un punto di riferimento per tutta le nostre attività. Abbiamo già le date di diversi eventi in calendario ed a breve le renderemo pubbliche. – conclude il presidente Imbarrato – Voglio ringraziare tutti coloro che hanno partecipato a questa inaugurazione ed in particolar modo ai nostri sponsor che ci hanno sostenuto in questo progetto andato a buon fine”.

L’enduroè una specialità del motociclismo che si concretizza in gare di regolarità su percorsi prevalentemente sterrati, con medie velocistiche e tempi d’impiego prefissati, nel rispetto del codice della strada vigente.

Il termine enduro deriva dall’inglese “endurance”, cioè “resistenza”, infatti tale disciplina si pratica principalmente su strade sterrate e mulattiere con qualsiasi condizione del terreno e meteorologica, richiedendo quindi una notevole resistenza fisica ai piloti. Tale disciplina è nata e si è evoluta in Europa ed è poi dilagata nel resto del mondo riscuotendo molto successo. È simile al motocross, anche se con sostanziali differenze.

Le gare di enduro sono principalmente gare di durata in linea. Sono strutturate secondo un percorso di difficoltà e lunghezza variabile, da percorrere facendo attenzione a rispettare i controlli orari. All’interno del percorso vengono inserite le prove speciali, che sono dei tratti cronometrati. Esse si distinguono in: “fettucciati” che sono veri e propri circuiti in terra battuta simili a quelli di motocross, “prove in linea” ed “estreme”. La classifica viene stilata in base al totale dei tempi cronometrati delle varie prove, tenendo conto di eventuali penalità causate dal mancato rispetto dei controlli orari o da altre infrazioni commesse sul percorso (come tagli del percorso stesso). Nei maggiori campionato nazionali e internazionali, le classifiche vengono divise in base alle cilindrate delle motociclette partecipanti.

 


Condividi l'articolo su:

Commenta l'articolo