Nicosia, saranno avviati entro il 2019 i lavori di consolidamento delle pendici di monte S. Elena e di via Bernardo Di Falco

Condividi l'articolo su:

Il commissario di governo contro il dissesto idrogeologico della Regione Siciliana, Maurizio Croce, ha scritto al sindaco di Nicosia chiedendo con urgenza una serie di adempimenti che riguardano l’avvio dei lavori per il consolidamento delle pendici di monte S. Elena e di via Bernardo Di Falco.

L’intervento di consolidamento è stato finanziato per un importo di 3.338.750 euro e fa parte del Piano stralcio 2019 per la mitigazione del rischio idrogeologico, il ripristino e la tutela della risorsa ambientale, firmato dal ministro dell’Ambiente Sergio Costa ed essendo corredato di progetto esecutivo sarà tra i primi ad essere avviato.

Il commissario Croce ha richiesto al Comune di Nicosia di produrre con urgenza il provvedimento di individuazione del Responsabile unico del procedimento (Rup), il progetto esecutivo datato e firmato, l’eventuale elenco degli enti deputati alla tutela dei vicoli insistenti nell’area di intervento e gli atti di approvazione, se presenti, del progetto esecutivo.

In Sicilia sono previsti 12 interventi per un totale di 20.771.963 euro, il grosso di questi con oltre 14 milioni di euro finiranno in provincia di Messina con 8 interventi. I restanti finanzieranno due progetti in provincia di Palermo, uno in provincia di Trapani ed uno in provincia di Enna, ovvero quello del Comune di Nicosia.

 


Condividi l'articolo su:

Commenta l'articolo