Nicosia, sequestrati 16 ovini scampati ad un incendio

Condividi l'articolo su:

Il 17 luglio a seguito di un incendio che si è sviluppato in contrada Gurri a Nicosia, il veterinario in servizio presso il distretto Veterinario di Nicosia dell’Asp 4 di Enna, con l’ausilio del Distaccamento Forestale di Nicosia, ha proceduto al verbale di accertamento, sequestro ed affidamento in custodia di 16 animali ovini di razza meticcia, con il mantello bianco. Nello specifico sono stati rinvenuti un ariete, 10 pecore e 5 agnelli, tutti privi di marche auricolari e di bolo ceramico endoruminale.

Gli animali erano stati colpiti dalle fiamme che si erano sviluppate in contrada Gurri e presentavano segni di bruciature con escoriazioni diffuse, vello bruciato ed una in particolare presentava maggiori segni su diverse partì del corpo, con perdita a tratti dello strato epiteliale ed arrossamento del tessuto sottostante.

Poiché non è stato possibile risalire al proprietario degli ovini si è proceduto al sequestro fiduciario ed al relativo affidamento in custodia degli ovini sopra descritti alla proprietaria del terreno limitrofo al luogo dell’incendio e del relativo ritrovamento degli animali.

Il sindaco di Nicosia con una propria ordinanza ha convalidato il sequestro dei 16 capi ovini e l’affidamento in custodia.

 


Condividi l'articolo su:

Commenta l'articolo