Nicosia, si svolgerà il 12 e 13 dicembre la seconda edizione del presepe vivente nel quartiere di San Michele

A causa delle avverse condizioni atmosferiche con le copiose nevicate del 4 e 5 gennaio, la seconda edizione del presepe “Presepe vivente: memoria di tradizioni” che doveva svolgersi nell’antichissimo e suggestivo quartiere di San Michele lo scorso fine settimana, è stato posticipato al 12 e 13 gennaio.

Nulla è cambiato rispetto alle previsioni della vigilia, in questa nuova edizione, si valorizzeranno le più antiche vie, vicoli e chiassi della parte più storica del quartiere, riscoprendo così l’autenticità dei luoghi, delle antiche vie e “rutte” e le intatte rocce e rive della zona nicosiana di San Michele.

Quest’anno – afferma l’organizzatrice Arianna De Luca – abbiamo voluto far conoscere ai nicosiani e non, una parte di quest’antico quartiere, poco conosciuta, ma ricca di storia e di vita; infatti stiamo proponendo un viaggio storico, basta pensare che alcune delle vie interessate alla rappresentazione vivente, sono denominate con i nomi di alcuni antichi popoli (Vicolo Tedeschi, Vicolo dei Saraceni, Vicolo degli Aragonesi, ecc.)

L’ingresso è gratuito e senza prenotazione.

Nel suggestivo ed esclusivo percorso, verranno rappresentate varie scene della quotidianità, antichi mestieri e vari scenari relativi alle vicende che portarono sino alla nascita di Gesù, e all’adorazione dei Re Magi; non mancheranno sorprese, novità e colpi di scena.

Oltre al Presepe Vivente, Arianna De Luca, ha voluto dar vita ad altri eventi correlati e pienamente collegati tra di loro: una mostra di presepi artigianali alla quale parteciperanno espositori e creatori di presepi artistici artigianali, provenienti da varie città siciliane. Una mostra di pittura avente come tema principale la Natività, espressa in vari modi e stili dai vari espositori che hanno deciso di cogliere questo invito. Un contest fotografico dal titolo “Presepe Vivente: memoria di tradizioni” al quale saranno invitati a partecipare tutti gli appassionati di fotografia amatoriale, i quali presenteranno i loro scatti all’organizzazione e verranno giudicati da tre membri esterni di giuria.

Non mancheranno, pure quest’anno, varie degustazioni e concerti itineranti che intratterranno i visitatori.

L’organizzatrice tiene a ringraziare le famiglie del quartiere di San Michele, i figuranti, i membri dello staff e quanti stanno collaborando all’ottima riuscita dell’evento.

Per informazioni contattare il 366.7191034

 

Commenta l'articolo

css.php