Per la Radiologia dell’ospedale di Nicosia solo tante belle parole. Dal 19 marzo niente turni di notte e per i festivi

Condividi l'articolo su:

La celebre cantante Mina tanti anni fa cantava “Parole parole parole…”, una canzone che si confà perfettamente con le tante promesse, le belle parole di politici nostrani e management dell’Asp di Enna. Ancora una volta la Radiologia dal 19 marzo rimarrà, sia per i turni di notte che per i festivi, totalmente scoperta, senza medici. Gli unici due radiologi presenti in questo reparto del Basilotta di Nicosia il 18 marzo hanno esaurito le dieci reperibilità mensili.

Il bando emesso dall’Asp di Enna per assumere a tempo determinato due medici radiologi è andato deserto e delle convenzioni con l’ospedale Papardo di Messina e l’Oasi di Troina si è persa traccia.

A nulla servono le audizioni, i consigli comunali straordinari del “volemose bene”, le tante dichiarazioni del “va tutto bene madama la marchesa” e promesse, solo tante parole, rimane davanti agli occhi di tutti la triste realtà di un’unità operativa fondamentale come quella di Radiologia totalmente abbandonata a se stessa.

Tornando al mondo della musica dopo “Parole Parole” di Mina dentro il reparto di Radiologia si potrà cantare la canzone “Ma la notte no” di Renzo Arbore, in attesa del nuovo show messo in piedi da politologi, saggi, esperti e dirigenti pro tempore.

 


Condividi l'articolo su:

Commenta l'articolo

css.php