Presentata la Casazza di Nicosia 2020, si svolgerà il 24-25-26 aprile – VIDEO

Condividi l'articolo su:

Si è trattata di una presentazione con rinvio, quella che si svolta nella serata del 4 marzo presso l’aula consiliare del palazzo comunale. La Casazza di Nicosia 2020 si svolgerà, ma dopo Pasqua, nel week end che va dal 24 al 26 aprile, quando si spera l’emergenza coronavirus sarà rientrata e tutto tornerà alla normalità.

La presentazione si è svolta con il solito canone, ricordando attraverso filmati e foto le quattro edizioni precedenti che dal 2016 si sono susseguite con successo.

La serata è stata presentata da Ferdinando D’Amico e da Salvo Burrafato del coordinamento associativo della Casazza di Nicosia, assente per motivi di lavoro, in quanto impegnato con l’emergenza legata al coronavirus, il presidente del coordinamento, Giovanni D’Urso.

Prima di entrare nel vivo della presentazione sono intervenuti tra gli altri il sindaco di Nicosia Luigi Bonelli, che ha aggiornato i presenti sulle ultime disposizioni ministeriali riguardanti l’emergenza coronavirus e l’assessore al turismo e spettacolo del Comune di Nicosia, Daniele Pidone.

Quest’anno la quinta edizione della Casazza di Nicosia si svolgerà nella zona dell’educatorio, partendo dal parcheggio centrale dove lo scorso anno era presente l’infopoint, proseguirà con la seconda macroscena nell’ex deposito delle locomotive e con l’ultima macroscena nel parcheggio sotto l’ufficio postale.

Le tre scene sono state presentate dai rappresentanti delle compagnie teatrali, che anche quest’anno si sono prestate per realizzare questo evento. La prima macroscena, è stata presentata dal presidente della Filodrammatica Girasole, Mimmo Arena, si tratta del “Tradimento di Giuda” e il piano ordito con Caifa per l’arresto di Gesù. La seconda macroscena sarà curata dalla compagnia Amattori ed è stata presentata da Tiziano Burrafato che ha voluto ricordare il suo collega attore Danilo Spitaleri, che quest’anno per motivi di salute non potrà partecipare alla rappresentazione. La scena che cureranno riguarda “L’ultima cena”, “L’orto del Getsemani” e “L’arresto di Gesù”. Stefania Catania per conto della compagnia teatrale Briciole d’Arte, ha presentato la terza scena che parte con il processo di Gesù dinnanzi a Caifa e Pilato, il tradimento di Pietro e la presa di coscienza di Giuda.

Anche quest’anno sono state presentate le locandine degli eventi, realizzate dalla ditta Megapixel e che campeggeranno anche sul balcone centrale e all’ingresso dell’androne del palazzo comunale.

Ala fine della presentazione si è riunito d’urgenza il direttivo del coordinamento associativo della Casazza per spostare le date di rappresentazione a causa dell’emergenza del coronavirus. Dal 3-4-5 aprile si è deciso di spostarle al 24-25-26 aprile. La decisone si è resa necessaria in quanto l’avvio della macchina organizzativa ha dei costi non irrilevanti ed il rinviare la data di rappresentazione all’ultimo istante avrebbe causato delle perdite economiche non indifferenti.


Condividi l'articolo su:

Commenta l'articolo