Revisione rete ospedaliera ennese, se ne discuterà l’11 marzo in consiglio comunale a Nicosia

Condividi l'articolo su:

Convocato lunedì 11 marzo alle 16 il consiglio comunale che dovrà discutere sulla proposta di revisione della rete ospedaliera comunicata dal commissario straordinario dell’Asp di Enna, Francesco Iudica.

Sarà lo stesso commissario Iudica a relazionare la sua proposta sostanzialmente contestata dai rappresentanti del territorio sia politici che dalle associazioni, accolta solo in parte dai sindacati, tranne che dalla Uil e da ultimo bocciata dalla VI commissione all’Ars.

La rete ospedaliera siciliana è stata revisionata con decreto assessoriale a fine gennaio ed ha confermato come ospedale di base il Basilotta di Nicosia. Qualche settimana dopo nell’emanare il nuovo atto aziendale, il commissario Iudica proponeva l’eliminazione da tutti gli ospedali periferici delle unità semplici dipartimentali, facendole diventare unità semplici dipendenti dalle unità complesse presso l’Umberto I di Enna. In audizione presso la VI commissione all’Ars questa proposta è stata bocciata, in quanto le linee guida dei nuovi atti aziendali saranno dettate dalla stessa commissione e non si vedranno modifiche sostanziali alla rete ospedaliera siciliana approvata dall’assessore Razza in base anche alle linee guida del ministero della Salute.

In consiglio comunale sono stati invitati oltre al commissario Iudica, l’assessore regionale alla Salute Razza, i deputati regionali della VI commissione regionale, l’intera deputazione nazionale e regionale, i rappresentanti del territorio, consiglieri sindaci ed assessori dei comuni dell’ennese, primari e dirigenti medici dell’ospedale Basilotta. Saranno presenti ed interverranno anche i membri del comitato pro ospedale, del Movimento per la Difesa dei Territori e del Meetup Nicosia 5 Stelle.

 


Condividi l'articolo su:

Commenta l'articolo