Rinviato al 25 giugno il processo a Ivan Bonomo

Condividi l'articolo su:

Ancora un rinvio per il processo con rito abbreviato a carico di Ivan Bonomo, ex assessore del Comune di Nicosia.

La nuova udienza con il rito abbreviato si terrà il prossimo 25 giugno. Il rinvio si è reso necessario a causa del cambio del collegio giudicante. Il 16 maggio lascerà Enna il giudice a latere Alessandra Maria Maira. Mentre il giudice Giuseppe Tigano è stato trasferito a Caltagirone.

Il 22 gennaio dinnanzi al secondo collegio del Tribunale di Enna, presieduto dal giudice Giuseppe Tigano, si era tenuta la prima udienza del processo, in questa fase processuale, il collegio giudicante aveva deciso di ammettere Ivan Bonomo al giudizio abbreviato, così come era stato richiesto dal suo difensore, l’avvocato Salvatore Timpanaro.

Come si ricorda in un primo momento il giudice per le indagini preliminari, Andrea Agate, il 17 ottobre 2018, aveva respinto la richiesta del difensore, ritenendo di non poter procedere con il rito abbreviato, stante la mole delle prove prodotte dalla difesa dell’imputato, ritenuta incompatibile con la celerità e la snellezza del rito abbreviato. Il secondo collegio giudicante del Tribunale di Enna ha invece ritenuto di accettare la richiesta dell’avvocato Timpanaro, acquisendo le investigazioni difensive raccolte ed aveva fissato l’udienza il 14 maggio 2019.

Alla fine del mese di ottobre il Gip Andrea Agate aveva revocato la misura cautelare d’interdizione dai pubblici uffici, che era stata disposta per sei mesi. Il Gip aveva valutato positivamente la condotta tenuta da Ivan Bonomo in questi mesi e sono cadute le esigenze cautelari quali l’inquinamento delle prove, per cui l’interdizione emessa il 16 maggio 2018 era venuta meno.

Il reato contestato all’ex assessore è la concussione per induzione. Ivan Bonomo lo stesso giorno della notifica del provvedimento cautelare aveva rassegnato le sue dimissioni dalla carica di assessore.

 


Condividi l'articolo su:

Commenta l'articolo

css.php