San Felice da Nicosia proclamato patrono regionale dei donatori di sangue

Condividi l'articolo su:

Presieduto da monsignor Salvatore Gristina, arcivescovo di Catania, si è svolta nella sede di corso Calatafimi a Palermo, dal 13 al 15 gennaio 2020, la Conferenza Episcopale Siciliana.

Diversi gli argomenti trattati dall’assemblea dei vescovi siciliani, tra cui la revisione del calendario delle Diocesi, il fenomeno dello spopolamento in Sicilia, la situazione in Libia, il servizio tutela minori, le iniziative di formazione del Centro Madre del Buon Pastore e la Pastorale scolastica.

Durante i lavori è stata esaminata l’istanza del C.I.V.I.S. – Coordinamento interassociativo dei volontari donatori di sangue AVIS, FIDAS, FRATES – affinché i donatori di sangue ricevessero un patrono regionale. I vescovi di Sicilia hanno proclamato San Felice da Nicosia Patrono regionale dei donatori di sangue. Hanno espresso l’auspicio che la buona pratica di vita della donazione del sangue possa, per sua intercessione, crescere sempre più come esperienza autentica di gesto disinteressato, anonimo e gratuito che ha tutte le caratteristiche di una vera opera di misericordia. San Felice da Nicosia, canonizzato da Papa Benedetto XVI il 23 ottobre 2005, è indicato come esempio di vita povera e santa, che ha fatto del motto “Sia per l’amor di Dio” un impegno costante a favore dei bisognosi e degli ammalati che era pronto a servire giorno e notte.

 


Condividi l'articolo su:

Commenta l'articolo