Sanità ennese. Pubblicata la proposta di atto aziendale, confermate tutte le unità operative dipartimentali

Condividi l'articolo su:

Pubblicato il 15 settembre sull’albo pretorio dell’Asp di Enna la proposta del nuovo atto aziendale.

La novità più rilevante riguarda le 16 Unità semplici dipartimentali del Dipartimento assistenza ospedaliera dell’Asp di Enna, che da quanto si legge nell’atto aziendale sono tutte confermate, così come previsto dalla rete ospedaliera siciliana.

La prima proposta, formulata dalla direzione dell’Asp di Enna, prevedeva la trasformazione delle Unirà operative semplici dipartimentali, attualmente dipendenti dai direttori dipartimentali, in Unità operative semplici dipendenti dalle Unità operative complesse, dirette dai primari. Secondo il disegno della direzione dell’Asp questo avrebbe favorito il dialogo, la sinergia e l’efficienza tra le Unità operative dei quattro ospedali dell’Asp di Enna. Decisione fortemente contrastata sia dai sindacati che da una parte dei sindaci dell’ennese, che contestavano al direttore generale Francesco Iudica l’accentramento delle funzioni a Enna a danno dell’autonomia amministrativa e dell’efficienza dei reparti negli altri tre ospedali di Leonforte, Nicosia e Piazza Armerina.

Anche la politica locale con la deputazione regionale, rappresentata dalle onorevoli Lantieri e Pagana era intervenuta nel dibattito e a quanto pare da Palermo lo stesso assessore regionale alla Salute, Ruggero Razza, non sembrava propenso all’approvazione dell’atto aziendale. Da qui probabilmente scaturisce la decisione di fare marcia indietro e di rispettare in toto quanto previsto dalla rete ospedaliera siciliana, approvata all’inizio del 2019.

In conseguenza di questa scelta, a Nicosia rimangono le Unità operative semplici dipartimentali di Anestesia, Chirurgia, Radiologia, Cardiologia, Laboratorio analisi e Direzione Sanitaria del presidio.

A Piazza Armerina avranno una loro autonomia amministrativa le Unità dipartimentali di Anestesia, Chirurgia, Ortopedia, Radiologia, Odontoiatria e Direzione Sanitaria del presidio.

A Leonforte sono due le dipartimentali confermate, Anestesia e Medicina generale, così come a Enna restano dipartimentali le unità operative di Nefrologia e Medicina nucleare.

Il prossimo passaggio sarà l’approvazione dell’atto aziendale dell’Asp di Enna da parte dell’assessorato regionale alla Salute.

 


Condividi l'articolo su:

Commenta l'articolo