Sport, nel Città di Nicosia si è dimesso il direttore generale Fabrizio Ridolfo

Condividi l'articolo su:

Il 7 agosto il direttore generale dell’Asd Città di Nicosia ha formalizzato le sue dimissioni. Tre anni di attività intensa che ha portato il sodalizio biancorosso a risultati positivi in tutte le discipline sportive praticate: la pallavolo con due salti di categoria, il calcio a 5 con il salto di categoria in C2, il basket con l’inaspettato raggiungimento dei play-off nella passata stagione ed il calcio con le vittorie nei campionati giovanili provinciali.

Fabrizio Ridolfo in questi tre anni ha dedicato tempo ed energie sette giorni su sette realizzando un ottimo lavoro soprattutto nel campo dello sport giovanile, vero motore e futuro di ogni società sportiva che si rispetti. Negli anni sono stati avviati campus estivi, corsi e stage, che hanno coinvolto istruttori e giovani talenti sportivi ed i risultati si sono visti con la vittoria di alcuni campionati riservati alla giovani promesse e il coinvolgimento di oltre 200 ragazzi nella attività sportive delle diverse discipline.

Le dimissioni giungono inaspettate soprattutto alla vigilia dell’inizio della stagione sportiva per le diverse discipline ed è’ lo stesso Fabrizio Ridolfo a spiegarci cosa è accaduto in questi mesi e cosa ha portato a lasciare l’Asd Città di Nicosia: “La causa delle mie dimissioni sono diverse a cominciare da divergenze nella strategia commerciale, la mancanza di facoltà in alcuni ambiti specifici di spesa. Su queste posizioni sono stato messo in minoranza e non posso lavorare in condizioni di minoranza nel consiglio direttivo.

Si è palesata la necessità di esprimere dei chiarimenti a causa della posizione ambigua della società, la quale ha voluto ascrivere le motivazioni delle mie dimissioni a cause essenzialmente personali, ma alle motivazioni di cui sopra non sono mai state proposte delle soluzioni; sono stato pregato di restare, è vero e li ringrazio per questo, ma nessuna soluzione operativa verso le mie linee è stata proposta; le motivazioni personali tuttavia sussistono, la situazione che si è venuta a creare negli ultimi mesi non consente di avere stimoli e spinge a dedicarsi ad altre cose; non è semplice, negli ultimi 3 anni ho fatto poco altro, sono stato immerso nel mondo biancorosso a 360 gradi 7 giorni su7.

Alcuni incarichi vanno rinnovati al massimo in primavera, fra cui il mio che scadeva il 30 giugno, il rischio di non farlo è che si creano ritardi nella programmazione della nuova stagione ed  a causa di questo ritardo ho fatto anche del lavoro che non ha avuto seguito, come la nuova campagna abbonamenti, bocciata dalla presidenza”.

Una situazione complessa che si è radicalizzata nelle ultime settimane e che ha lasciato ad entrambe le parti l’amaro in bocca.

Fabrizio Ridolfo conclude le sue dichiarazioni ringraziando la società ed i tifosi nicosiani: “Ringrazio la società per il ruolo centrale che mi ha affidato in questi anni e tutti i collaboratori. Ringrazio gli atleti ed il personale tecnico per aver creduto nel progetto in questo ciclo triennale. Ringrazio i tifosi e gli abbonati per aver reso caloroso questo triennio e tutte le aziende che hanno creduto nel nostro progetto commerciale ed auspico che la società prosegua comprendendo l’importanza del coinvolgimento delle imprese. Ringrazio tutte le famiglie che in questi anni ci hanno affidato il loro bene più prezioso, i loro figli, contribuendo a formare uno dei più grandi settori giovanili della Sicilia. Avrei voluto cercare di risolvere altri problemi ma molti hanno radici profonde e difficili da estirpare, figli di molti anni di completo disinteresse nei confronti dello sport da parte di tutti gli interlocutori. Seppure questo lasciarsi non sia avvenuto nel migliore dei modi, sono sciuro che col tempo lascerà spazio al ricordo di aver condiviso battaglie dentro e soprattutto fuori dal campo e voglio comunicare la mia stima a chi ha deciso di proseguire in questo progetto, dai dirigenti, alla Presidente, allo staff a tutti gli atleti.

L’amaro in bocca di essersi spesi per un bene della cittadinanza è nei confronti di quei cittadini, anche addetti ai lavori, che hanno l’obiettivo costante di ostacolare l’operato altrui, con critiche spesso fantasiose e congetture di scarso fondamento, a cui nei fatti, fanno da contrappeso con inerzia assoluta. 

In una considerazione di carattere generale, voglio sottolineare che molto spesso il nemico di questa città sono gli stessi abitanti, incapaci di collaborare fra loro e particolarmente avvezzi a comportamenti poco edificanti nei confronti di chi si adopera per cercare, proporzionalmente alle proprie capacità, di migliorare la condizione della città. Un caloroso in bocca al lupo a tutto lo sport ed in particolare all’Asd Città di Nicosia”.

La società ha augurato in una nota all’ex dirigente tutto il meglio per il proprio futuro. A seguito di queste dimissioni verranno inserite in società nuove figure dirigenziali e tecniche e si sta lavorando alla programmazione della nuova stagione sportiva 2018-19 e ad una riorganizzazione interna.

 


Condividi l'articolo su:

Commenta l'articolo