Tasse comunali a Nicosia, diminuisce l’Imu, invariata la Tasi

Condividi l'articolo su:

Sabato 30 marzo sono state approvate dal consiglio comunale di Nicosia le aliquote dell’Imu e della Tasi.

Per l’Imu, l’amministrazione comunale ed i consiglieri di maggioranza avevano previsto un abbassamento dell’aliquota dall’8.6 per mille all’8 per mille, nel 2015 l’aliquota era stata aumentata di un punto percentuale dal 7.6 per mille all’8.6 per mille.

I consiglieri di minoranza (Giacobbe, La Giglia, Li Volsi, Lo Votrico, Scavuzzo e Spedale) hanno proposto un emendamento con un abbassamento dell’aliquota di un punto percentuale riportandola a quella del 2015.

L’emendamento è stato bocciato dalla maggioranza, con l’astensione dei consiglieri Mancuso Fuoco e Vega, con la promessa di abbassare l’aliquota di un altro 0.4 per mille il prossimo anno riportando così l’aliquota ai livelli del 2015. Sostanzialmente non si è voluto ridurre drasticamente il gettito di questa tassa per evitare di contrarre la spesa ed i servizi nei confronti dei cittadini.

La maggioranza dei consiglieri comunali ha approvato l’aliquota Imu all’8 per mille con l’astensione dei consiglieri di minoranza Giacobbe, La Giglia, Li Volsi, Lo Votrico, Scavuzzo e Spedale.

Per la Tasi il cui gettito annuale si aggira sui 420 mila euro, è una tassa che riguarda la copertura dei servizi indivisibili, come ad esempio l’illuminazione pubblica, la manutenzione stradale, il verde pubblico o il sevizio di Protezione Civile. Per il 2019 l’amministrazione Bonelli ha proposto di lasciarla invariata con un’aliquota dell’1.5 per mille.

Durante il dibattito sono stati presentati dalla minoranza due emendamenti, entrambi bocciati, il primo dal consigliere La Giglia prevedeva un abbassamento dell’attuale aliquota di un punto percentuale, portandola allo 0.50 per mille. La consigliera Santina Lo Votrico ha invece chiesto l’azzeramento della Tasi così come era prima dell’insediamento dell’attuale amministrazione comunale.

La maggioranza in consiglio ha votato lasciando invariata l’aliquota della Tasi, aderendo alla proposta dell’amministrazione comunale.

 

 


Condividi l'articolo su:

Commenta l'articolo