Unimpresa incontra il sindaco di Troina – VIDEO

Condividi l'articolo su:

Il 21 novembre Salvatore Puglisi, referente provinciale di Unimpresa, ha incontrato Fabio Venezia, sindaco di Troina, un incontro per comprendere le dinamiche economiche del territorio e soprattutto l’impegno del primo cittadino in favore delle imprese.

Unimpresa vuole stimolare il dialogo e far capire ai cittadini cosa accade nel territorio ennese, come la politica locale affronta le problematiche legate al territorio. In questo incontro Salvatore Puglisi ha voluto conoscere da vicino la realtà troinese ed il sindaco Fabio Venezia, uno degli amministratori più apprezzati dell’intera provincia.

In questo incontro il sindaco Venezia ha voluto sottolineare come gli enti locali non sono più solo erogatori di servizi, ma hanno un ruolo di guida nei processi economici del territorio che amministrano. Un lavoro che si basa essenzialmente nel rendere consapevoli le popolazioni locali sulle potenzialità e sulle risorse di cui dispone.

Il sindaco ha agito innanzitutto sul piano della sicurezza nei confronti degli imprenditori che agiscono sul territorio, lottando fianco a fianco contro il fenomeno dei furti a scopo estorsivo, gli imprenditori si sono costituiti in associazione antiracket con la collaborazione delle forze dell’ordine e della magistratura. L’amministrazione comunale ha stimolato gli imprenditori agricoli a denunciare i reati e a non piegarsi di fronte alle richieste estorsive. Il Comune ha aiutato gli imprenditori con il finanziamento per l’80% a fondo perduto, per l’acquisto di impianti di videosorveglianza e l’installazione di localizzatori satellitari collegati alle centrali operative. I reati in questi ultimi anni si sono quasi azzerati.

Sul piano dello stimolo agli investimenti, il Comune di Troina ha puntato al decoro urbano, sulla pulizia, sul mantenimento di un livello minimo di tassazione sulle imprese. Ad ogni imprenditore che assume un disoccupato, il Comune concede un incentivo di 3.500 euro l’anno per tre anni, con questa operazione sono state assunte circa cento persone, di cui 70 sono giovani, l’80% hanno oggi un contratto a tempo indeterminato. Altri incentivi all’economia locale sono provenuti dal microcredito, un accordo che ha permesso la nascita di 21 nuove attività.

Un altro stimolo allo sviluppo economico è provenuto negli ultimi due anni dal turismo culturale, attraverso l’organizzazione di mostre di livello nazionale che hanno triplicato a Troina i pernottamenti e quintuplicato le presenze turisiche.

Sulle infrastrutture e la viabilità, punto dolente della provincia ennese, senza una rete viaria dignitosa e adeguata non è possibile alcun sviluppo, oltre la famigerata ed incompiuta nord-sud occorre anche migliorare la viabilità interna ed i collegamenti con le aree metropolitane. In questo campo l’amministrazione comunale di Troina ha avuto degli incontri con i vertici dell’Anas, stimolando il finanziamento della manutenzione sulla statale 575 che collega il Comune con Catania e la manutenzione della statale 120.

Sulla capacità di intercettare fondi europei, il Comune di Troina, dopo l’Università Kore di Enna è la stazione appaltante che è riuscita a far meglio in tutta la provincia appaltando circa 8 milioni di euro di lavori pubblici.

Oggi Troina è un Comune virtuoso, un esempio per gli altri amministratori della provincia e su questo aspetto Unimpresa e Salvatore Puglisi ha voluto ancora una volta rimarcare l’importanza della politica locale come stimolo e aiuto allo sviluppo dell’imprenditoria locale.


Condividi l'articolo su:

Commenta l'articolo